I sentieri d'acqua meranesi si compongono di 8 brevi tappe, che in somma fanno quasi 80 km e sono indicati con "Sentieri d'acqua meranesi". Il giro completo collega undici rogge e offre la possibilità di ammirare le antiche „Waalerhütten“ (capanne) e „Waalerschellen“ (campanelli), nonché castelli, chiese e monumenti naturali. I sentieri dell’acqua si snodano in zone pianeggiati, leggermente sopra la conca valliva a 400 m, massimo 900 m s.l.m. L’escursionista può percorrere l’intero itinerario in otto trappe giornaliere distribuite su una settimana oppure decidere di effettuare anche un’unica tappa singola. I sentieri d’acqua Meranesi rappresentano una valida alternativa alla famosa Alt Via di Merano.

Le rogge altoatesine sono sentieri risalenti al 13. secolo che si sviluppano attorno ad antichi canali d’irrigazione. Per la manutenzione e la cura della roggia venne costruito un piccolo sentiero che oggi prende il nome di “Waalweg”, appunto “Sentiero della roggia”. I contadini costruirono i canali con mezzi di fortuna e stabilirono delle leggi per la distribuzione dell’acqua. Oggi i sentieri lungo gli antichi canali d’irrigazione sono sentieri molto amati dagli escursionisti, praticabili tutto l’anno.